SUZUKI RALLY TROPHY: AL VIA LA QUINTA STAGIONE

– Questo fine settimana inizia la quinta stagione della serie monomarca di Suzuki Italia, che si corre con le compatte SWIFT Sport 1600 R1 e segna l’esordio nelle competizioni di SWIFT 1.0 BoosterJet RS;

– Dieci gli iscritti al primo round, in programma venerdì 23 e sabato 24 marzo, al Rally del Ciocco e Valle del Serchio.

La stagione 2018 di Suzuki Rally Trophy inizia, questo fine settimana, il suo viaggio nel Campionato Italiano Rally, con il Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, in provincia di Lucca. Suzuki Rally Trophy, come gli altri trofei monomarca della filiale italiana della Casa di Hamamatsu, vuole dare a tutti la possibilità di mettersi alla prova nelle più spettacolari gare del panorama nazionale, senza dover sostenere spese eccessive. La formula è coerente con i valori in cui Suzuki crede e che da sempre manifesta nel mondo delle competizioni, nelle quali i piloti si confronteranno ad armi pari – al volante delle collaudate SWIFT Sport 1.6 R1B o delle debuttanti SWIFT 1.0 BoosterJet RS – dando vita a sfide leali e avvincenti.

Per la quinta stagione consecutiva Suzuki si mette, dunque, in gioco, proponendo un’attività all’eccellenza per offerta tecnico – sportiva, che costituisce la base del successo e della continuità dei trofei rally. Da oltre dieci anni, infatti, Suzuki Italia è impegnata in prima linea nel Campionato Italiano Rally e vuole, anche nel 2018, caratterizzare la massima serie rallistica dell’Automobile Club Italia con le SWIFT Sport 1600 e con le esordienti SWIFT 1.0 BoosterJet RS.

Le performanti SWIFT costruite dalla Casa di Hamamatsu, da sempre indirizzate al segmento delle compatte dalle linee moderne e dotate di soluzioni tecniche all’avanguardia, a partire da questo fine settimana saranno al centro delle attenzioni dei rallisti italiani al Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, primo round del Suzuki Rally Trophy.

 

Saranno sette le prove del monomarca Suzuki; sei, invece, sono i risultati utili per sommare i punteggi ai fini delle classifiche finali, cui si sommeranno i punteggi ottenuti nella Power Stage, scelta tra quelle in programma.

 

Per i partecipanti ai trofei monomarca Suzuki è previsto, a fine stagione, un ricco montepremi complessivo di circa 150.000 Euro, suddiviso tra i trofei, con classifiche speciali accanto a quelle assolute, riservate proprio ai conduttori Junior, nati dal 1993 in poi, e ai navigatori.

 

Partecipare al Suzuki Rally Trophy con le SWIFT Sport 1600 e con le debuttanti SWIFT 1.0 BoosterJet RS permetterà di concorrere anche per il Campionato Italiano R1 e fregiarsi del titolo di Campione Italiano, conquistato da Stefano Martinelli nella stagione 2017.

 

Di seguito i sette round della stagione 2018:

– 25 marzo: 41° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio (LU);

– 15 aprile: 65° Rally Sanremo (IM);

– 6 maggio: 102° Targa Florio (PA);

– 27 maggio: 51° Rally Elba – Isola d’Elba (LI);

– 22 luglio: Rally Roma Capitale (RM);

– 23 settembre: 25° Rally Adriatico, gara su strade sterrate della provincia di Ancona;

– 14 ottobre: 36° Rally Due Valli (VR).

 

Saranno dieci gli equipaggi trofeisti schierati alla prima prova del Suzuki Rally Trophy, quattro dei quali a bordo di SWIFT 1.0 BoosterJet RS in classe RSTB 1000:

– Equipaggio 58: Poggio Fabio e Cavallotto Alessandra (Alma Racing);

– Equipaggio 59: Martinelli Stefano e Baldacci Sara (Gr Motorsport);

– Equipaggio 70: Soliani Marco e Botzari Natasha (Gr Motorsport);

– Equipaggio 71: Caldani Marco e D’Alessandro Joe (Freddy’s Team).

 

Cinque concorrenti sono iscritti con Suzuki SWIFT 1600 Sport in classe R1B:

– Equipaggio 53: Rivia Simone e Faettini Nicolò (Versilia Rally Team);

– Equipaggio 54: Cogni Giorgio e Zanni Gabriele (Meteco Corse);

– Equipaggio 55: Peloso Corrado e Iguera Massimo (La Superba);

– Equipaggio 56: Denaro Sergio e De Paoli Marta (Cst Sport);

– Equipaggio 57: Pollarolo Andrea e Pozzoni Alessandra (Novara Corse).

 

L’equipaggio 72, costituito da Scalzotto Andrea e Andrea Andrian Fabio (Funny Team) sarà schierato con Suzuki SWIFT RS in classe RS 1.6.

 

La 41 edizione del Rally Il Ciocco e Valle del Serchio è gara d’apertura del CIR, in programma da venerdì 23 marzo e inzierà alle ore 17.30 dal lungomare di Forte dei Marmi con la Cerimonia di Partenza pochi minuti prima del via della Prova Speciale numero 1, la “spettacolo”, allestita sul Lungomare del “Forte”.

Dal giorno seguente, sabato 24 marzo, saranno in programma quattordici prove speciali e oltre 150 km cronometrati; la conclusione, intorno alle ore 19.30, avverrà sotto la Porta Ariostea di Castelnuovo Garfagnana, cittadina che ospiterà anche il Parco Assistenza e i Riordini della gara.

 

Albo d’Oro Suzuki Rally Trophy: 2014 Michele Tassone; 2015 Alessandro Uliana; 2016 Jacopo Lucarelli, Under 25 Coppe Lorenzo; 2017 Lorenzo Coppe, Under 25 Lorenzo Coppe.

 

SUZUKI SWIFT 1.0 BOOSTERJET RS

Il Rally Il Ciocco e Valle del Serchio vedrà l’esordio di Suzuki SWIFT 1.0 BOOSTERJET RS.

Sviluppata sulla base di SWIFT 1.0 BoosterJet, l’esordiente SWIFT 1.0 BoosterJet RS sfrutta la piattaforma HEARTECT, rigida e leggera al tempo stesso, con un passo considerevole di 2450 mm e una larghezza di 1740 mm, 40 mm rispetto a SWIFT R1, generazione precedente. Il motore è un raffinato 3 cilindri Turbo 12 valvole a iniezione diretta. La tecnologia BoosterJet di Suzuki impiega un turbocompressore compatto, a bassa inerzia, che lavora sin dai bassi regimi, assicurando così, potenze simili a quelle di motori aspirati di cilindrata ben maggiore, una straordinaria coppia e una notevole elasticità. La presenza del turbocompressore permette, inoltre, di incrementare sensibilmente le prestazioni, lavorando sul software della centralina elettronica, nei limiti del regolamento. Il cambio è a cinque marce: seconda, terza e quarta sono ravvicinate, per permettere al motore di restare nella fascia di erogazione ottimale dopo le cambiate. Queste caratteristiche rendono SWIFT 1.0 BoosterJet RS un’auto da competizione, perfetta per i piloti di ogni livello, capace di appagare i più esperti come di far crescere i giovani talenti, facendo sviluppare la loro sensibilità e la loro tecnica di guida.

 

Di seguito i dati tecnici SWIFT 1.0 BoosterJet:

– Motore di serie da 998 cc;

– Potenza max.: 112 cv (82 KW) a 5.500 giri;

– Coppia max. 160 Nm a 1.700/4.000 giri

– Lunghezza 3.840 mm;

– Larghezza 1.740 mm;

– Altezza 1.480 mm;

– Interasse 2.450 mm;

-Carreggiata ant. /post.: 1.520/1.525 mm;

– Peso in ordine di gara: 915Kg, comprensivo di Roll Bar; Ruota di scorta;

– Sedili da competizione; Sollevatore; Cinture a sei punti; Chiave a croce; Impianto di estinzione; Paracoppa.

 

Suzuki SWIFT 1.0 BoosterJet RS è proposta in tre livelli di preparazione, per soddisfare le diverse esigenze dei concorrenti:

1) L’allestimento Base è destinato a preparatori e a team che desiderano un’auto da sviluppare e personalizzare, nel rispetto dei regolamenti tecnici. Suzuki SWIFT 1.0 BoosterJet RS in allestimento Base viene consegnata con gli interni della versione stradale smontati, roll-bar saldato, paracoppa, attacchi dei sedili saldati e con staffe specifiche, ruote racing, oltre che con un kit da installare, composto da sedili HRX Racer, impianto di estinzione comprensivo di estintore da 2 Kg, cinture HRX, ganci di chiusura per cofano e portellone, ganci traino, volante 3 razze scamosciato, taglia cinture e portacaschi. Il prezzo è di 15.900,00 € (IVA esclusa, franco Torino).

2) Sull’allestimento Evo tutte le parti del kit sono montate, con l’aggiunta della pellicola antisfondamento sui vetri; roll-bar e interni sono verniciati in grigio, sulla plancia è montato uno stacca-batteria elettronico e vi è la predisposizione per un impianto fari supplementari. Il prezzo è di 18.130,00 € (IVA esclusa, franco Torino).

3) Per contenere il peso, la variante Top è, invece, spogliata di tutto ciò che è consentito dai regolamenti, come ad esempio il sistema di climatizzazione. La frizione è sostituita con una di tipo racing, viene montato uno scarico in acciaio e l’impianto frenante è dotato di pastiglie Ferodo Racing e di liquido speciale. Viene poi effettuata una fine messa a punto della centralina al banco dinamometrico e sono installati 4 fari di profondità. Il prezzo diventa di 23.570,00 € (IVA esclusa, franco Torino).

 

Per tutti e tre gli allestimenti sono disponibili tre Kit assetto, due allestiti dalla Andreani Group ed uno da Veneri Ammortizzatori. I Kit di Andreani Group utilizzano componenti Öhlins: il primo livello è caratterizzato da ammortizzatori regolabili a 1 via, più semplice da tarare, mentre il secondo livello, a 3 vie, consente una gestione più professionale del set-up.

Anche quello proposto da Guido Veneri è a tre vie. Sono proposti da Enginetrade di Cenedese i cerchi Sanremo dedicati alla SWIFT RS. Altri produttori di componenti racing stanno realizzando parti speciali che potranno poi essere acquistate dai proprietari di SWIFT 1.0 BoosterJet RS.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: