Nissan Juke reinventa il segmento B di nuovo

Con una versione completamente rivisitata del crossover compatto Juke, Nissan si riconferma leader del settore
Il nuovo design esalta le doti sportive dell’iconico modello
Introduzione di un nuovo programma di personalizzazione a 360 gradi: Nissan Design Studio

Nuovi motori, con le unità 1.2 DIG­T e 1.6 DIG­T turbocompresse di ultima generazione
Sistema di infotainment NissanConnect e “scudo di sicurezza” Nissan Safety Shield con Around View Monitor Bagagliaio ampliato di oltre il 40% e ancora più versatile
Tetto panoramico apribile in vetro e fari allo Xeno

Lisbona, Portogallo (5 maggio 2014) Poco più di tre anni fa, Juke è stato il primo crossover compatto del segmento B. Il nuovo modello è altrettanto sorprendente e riconferma l’indiscussa leadership del marchio. Juke continua a stupire per il design unico e originale e introduce una serie di tecnologie innovative.

PANORAMICA

Grazie a un design di forte impatto e alle sofisticate tecnologie, Juke ha conquistato il vertice del mercato dei crossover di segmento B. I suoi punti di forza sono lo stile altamente individuale, le ottime dinamiche di guida e gli interni sofisticati: non a caso dal momento del lancio ne sono state vendute 500.000 unità.

Nissan è alla ricerca del continuo miglioramento e Juke esce oggi da un restyling completo. Concentrato di sportività nelle linee di un SUV, Juke ha creato un nuovo settore di mercato ed è pronto a ribadire la sua superiorità.

Le novità dell’ultimo modello riguardano lo stile ­ per cui Juke da sempre è un punto di riferimento ­ i motori e le tecnologie. Uno speciale programma di personalizzazione permette di creare un veicolo a misura dei propri desideri.

I cambiamenti sono molti e includono: nuovo design del frontale e della coda che sottolinea raffinatezza e sportività; nuovo motore turbo da 1,2 litri, frutto del downsizing, che ottimizza le performance riducendo consumi ed emissioni; nuova messa a punto dell’unità 1.6 DIG­T; cerchi in lega esclusivi; nuovo impianto audio; sistema NissanConnect con interfaccia uomo­macchina di ultima generazione; Nissan Safety Shield; sistema di controllo dinamico di Nissan; e per finire, tetto panoramico apribile in vetro.

La riconfigurazione del bagagliaio ha aumentato lo spazio del 40%, portandolo a 354 litri nelle versioni a due ruote motrici. In più, è stato lanciato un programma di personalizzazione che consente ai clienti di definire le caratteristiche di Juke in base a gusti personali ed esigenze: si chiama Nissan Design Studio e propone una vasta scelta di colori e temi sia per l’esterno che per gli interni del veicolo.

Juke è il secondo modello Nissan più venduto in Europa e segue le orme del “fratello maggiore” Qashqai nell’intento di emularne il successo.

I presupposti ci sono: Juke è il modello più venduto nella fascia alta del segmento B, dove tiene testa ai diretti concorrenti, compresi i più prestigiosi marchi tedeschi. Con 135.000 unità vendute solo nel 2013, Juke si appresta a superare quota 500.000 con l’arrivo della nuova versione. Tutti i modelli di Juke venduti in Europa sono fabbricati in Europa, nello stabilimento inglese di Sunderland, campione di produttività.

Juke ha anche un altro merito importante: quello di aver attratto moltissimi nuovi clienti. L’82% delle vendite riguarda infatti acquirenti che non avevano mai posseduto un’auto Nissan. Molti di loro, in precedenza, guidavano auto più grandi. Juke è dunque il miglior “modello di conquista” della gamma, con risultati nettamente superiori alla media del segmento B.

Il nuovo Juke sarà in vendita in Europa in estate.

Nuovo Juke visto da vicino DESIGN

auto più grandi. Juke è dunque il miglior “modello di conquista” della gamma, con risultati nettamente superiori alla media del segmento B.

Il nuovo Juke sarà in vendita in Europa in estate.

Nuovo Juke visto da vicino

DESIGN

Juke si è sempre distinto dai rivali per l’audacia del design e per l’inedito connubio di robustezza e sportività. È una vera icona di stile.

Alterarne radicalmente le proporzioni avrebbe significato snaturare l’originalità del veicolo. I progettisti di Nissan sono riusciti a rimodellarlo e migliorarlo senza intaccare la sua inconfondibile immagine di crossover, tanto apprezzata dal mercato.

I gruppi ottici anteriori, ridisegnati, adottano la classica forma a boomerang vista sulla 370Z e sui nuovi Qashqai e Murano e, come su questi modelli, integrano luci diurne a LED a doppia intensità. Sono disponibili i fari allo Xeno per una migliore visibilità, con nuovi coprilente. La calandra incorpora una nuova griglia a V più massiccia, mentre gli elementi inferiori sono stati rinforzati con nuove guarnizioni sotto il paraurti.

Nei retrovisori esterni sono inserite le strisce a LED degli indicatori di direzione e, dove previsto, le microcamere dell’Around View Monitor.

In coda, il paraurti è diventato più aggressivo, in perfetto abbinamento con le nuove luci a boomerang con tecnologia a LED, che donano a Juke una presenza inconfondibile anche di notte.

I colori disponibili per la carrozzeria sono dieci, di cui tre nuovi: Sunlight Yellow metallizzato, Ink Blue metallizzato e rosso pieno.

Cambiano anche i cerchi, con la possibilità di sceglierli in acciaio o in lega da 16 pollici per i modelli Visia entry­ level, o in lega da 17 e 18 pollici con varie finiture per le varianti Acenta e Tekna. Per una maggiore personalizzazione, saranno offerti anche nuovi cerchi in lega da 18 pollici con inserti colorati.

Programma Nissan Design Studio

La personalizzazione diventa un concetto chiave della filosofia di Juke con i nuovi “pack” Nissan Design Studio, che permettono di realizzare configurazioni su misura del veicolo, scegliendo colori e dettagli sia all’interno che all’esterno.

Nella versione di serie, gli interni di Juke giocano sui sofisticati toni del grigio, creando un ambiente elegante e ultramoderno. Ora però gli acquirenti possono enfatizzare ulteriormente l’audacia e il dinamismo del look. Il programma di personalizzazione Nissan Design Studio offre la possibilità di inserire accenti colorati ­ rossi, bianchi, neri o persino giallo acceso ­ nella consolle centrale, come finitura delle porte, intorno alle bocchette di ventilazione e nelle impunture di volante, pomello del cambio, sedili e della grande palpebra che racchiude la strumentazione, anch’essa rivestita in pelle. In base al modello, gli interni possono essere in due tipi di tessuto, Comfort e Sport, o in pelle nelle versioni top di gamma.

Per quanto riguarda gli esterni, Juke Design Studio si distingue sulla strada con quattro nuovi colori (rosso, bianco, nero e giallo) e varie opzioni di personalizzazione per le calotte dei retrovisori, le cornici dei fari, le modanature dei paraurti e altri dettagli.

Per finire, alle numerose opzioni di personalizzazione dei pacchetti Nissan Design Studio si aggiunge una colorata gamma di cerchi in lega da 18 pollici, disponibili nelle stesse tonalità della carrozzeria (rosso, bianco, nero e giallo acceso) per un look totalmente coordinato.

Praticità

Nei modelli a due ruote motrici è stato modificato il bagagliaio e l’area di carico aumenta del 40%, passando a ben 354 litri, una capienza ai vertici di categoria. A differenza dei rivali, Juke è in grado di trasportare due valigie, una di dimensioni medie e una grande, ed è abbastanza largo e profondo per ospitare un voluminoso passeggino.

La versatilità è ottimale. Il sedile posteriore si abbatte completamente per fare posto a oggetti ingombranti e il bagagliaio è dotato di un doppio pianale per avere la massima flessibilità nelle configurazioni di carico.

I modelli Acenta e Tekna, infine, presentano una straordinaria novità: un ampio tetto panoramico in vetro che, oltre a inondare di luce l’abitacolo, lascia entrare aria fresca. Quando è aperto, il pannello anteriore si sovrappone alla porzione posteriore senza ridurre lo spazio per i passeggeri a livello della testa. Il pannello in vetro misura 964 mm in larghezza x 837 mm di profondità e copre due terzi della superficie del tetto. L’ampiezza dell’apertura è di 693 mm x 301 mm in lunghezza: una vera e propria finestra sul mondo.

Nuovo sistema NissanConnect

Come gli altri crossover della gamma, Juke è dotato dell’ultima versione del sistema multimediale integrato NissanConnect, con touchscreen a colori da 5,8 pollici, che ora offre la connettività con gli smartphone e

l’accesso a una ricca serie di app per la musica, i social network, le radio via Internet e molto altro. Il navigatore

oltre a inondare di luce l’abitacolo, lascia entrare aria fresca. Quando è aperto, il pannello anteriore si sovrappone alla porzione posteriore senza ridurre lo spazio per i passeggeri a livello della testa. Il pannello in vetro misura 964 mm in larghezza x 837 mm di profondità e copre due terzi della superficie del tetto. L’ampiezza dell’apertura è di 693 mm x 301 mm in lunghezza: una vera e propria finestra sul mondo.

Nuovo sistema NissanConnect

Come gli altri crossover della gamma, Juke è dotato dell’ultima versione del sistema multimediale integrato NissanConnect, con touchscreen a colori da 5,8 pollici, che ora offre la connettività con gli smartphone e l’accesso a una ricca serie di app per la musica, i social network, le radio via Internet e molto altro. Il navigatore satellitare di ultima generazione sfrutta la tecnologia Google Online Search, con informazioni sempre aggiornate per trovare stazioni di servizio, ristoranti, alberghi e altri punti di interesse lungo il percorso. La ricerca si può effettuare tramite i comandi vocali di Google, senza staccare le mani dal volante, e i risultati sono classificati in ordine di distanza e secondo le valutazioni degli utenti.

Con un semplice clic, la funzione Send­to­Car permette al guidatore di inviare al sistema di bordo gli itinerari programmati sul PC di casa. Sono previsti anche lo streaming audio Bluetooth, la connettività con i telefoni cellulari e gli ingressi Aux­in e USB.

Quando non è in modalità infotainment, il display visualizza le immagini dell’Around View Monitor, il sofisticato sistema di sicurezza di Nissan che aiuta il guidatore nelle manovre offrendo una vista aerea a 360 gradi del veicolo e dell’area circostante.

Novità per Juke: Nissan Safety Shield

Nissan vuole rendere sempre più sicure le proprie auto e introduce il potente sistema Safety Shield anche nella gamma Juke. Di serie sui modelli Tekna, Nissan Safety Shield utilizza le telecamere dell’Around View Monitor, uno speciale software e sofisticati dispositivi elettronici per proteggere l’auto come un autentico “scudo di sicurezza”.

A bordo di Juke, il sistema Nissan Safety Shield si compone dei seguenti elementi:

Lane Departure Warning

Il sistema segnala il superamento involontario dei limiti di corsia. È in grado di riconoscere la segnaletica orizzontale grazie a un software di lettura delle immagini e capisce se l’auto sta uscendo dalla traiettoria voluta, senza che il guidatore abbia attivato gli indicatori di direzione. In questo caso, scatta un allarme.

Blind Spot Warning

Il sistema rileva la presenza di altri veicoli negli angoli ciechi dei retrovisori utilizzando le telecamere dell’Around View Monitor, e la segnala accendendo una spia discretamente integrata nello specchietto. Se il guidatore usa gli indicatori di direzione per cambiare corsia e il sistema vede un’auto nell’area pericolosa, oltre alla spia lampeggiante si attiva un segnale acustico.

Moving Object Detection

La tecnologia Moving Object Detection del nuovo Juke lavora con i sensori anteriori e posteriori dell’Around View Monitor per mostrare un’immagine aerea del veicolo e garantire la massima sicurezza nelle manovre di parcheggio.

A veicolo fermo, se un oggetto in movimento entra nel campo d’azione delle quattro telecamere, il sistema attiva un allarme sonoro ed evidenzia l’area dove è stato rilevato il movimento. La telecamera posteriore dell’AVM, montata sul portellone e dotata di obiettivo ultragrandangolare (fish­eye), offre una visuale molto ampia ­ superiore a 180 gradi ­ dell’area dietro il veicolo. Le immagini della telecamera sono visualizzate sullo schermo di NissanConnect nella consolle centrale.

Per tenere pulito l’obiettivo della telecamera c’è un sistema automatico di lavaggio e asciugatura ad aria compressa che si attiva quando il computer di bordo rileva la presenza di sporcizia sulla lente.

MOTORI E TRASMISSIONI

La gamma di motorizzazioni del nuovo Juke si compone di cinque unità, di cui due opzioni benzina totalmente nuove. Le altre, mutuate dalla generazione precedente, sono un 1.6 da 94 CV, un 1.6 CVT da 117 CV e l’acclamato dCi da 1,5 litri e 110 CV di recente introduzione.

La nuova opzione benzina DIG­T da 1,2 litri, sviluppata con l’alleata Renault, sostituisce la precedente unità 1.6 da 117 CV ed è un sofisticato motore turbo a iniezione diretta che eroga 115 CV di potenza (85 kW) e 190 Nm di coppia.

Nonostante le dimensioni contenute, questo propulsore 1.2 (1197 cc) turbocompresso ha energia da vendere e regala accelerazioni scattanti e una coppia generosa (190 Nm), migliorando la flessibilità rispetto al vecchio 1.6 aspirato.

Juke diventa ancora più pulito ed economico grazie alle numerose migliorie: cambio a sei marce, motore alleggerito, funzione automatica Stop/Start di serie e grande economia dei consumi. Il motore 1.2 DIG­T emette 129 g di CO2 al chilometro e consuma 5,6 l/100 km.

Secondo l’approccio del downsizing, l’unità benzina 1.6 DIG­T esistente è stata perfezionata per aumentare

Nonostante le dimensioni contenute, questo propulsore 1.2 (1197 cc) turbocompresso ha energia da vendere e regala accelerazioni scattanti e una coppia generosa (190 Nm), migliorando la flessibilità rispetto al vecchio 1.6 aspirato.

Juke diventa ancora più pulito ed economico grazie alle numerose migliorie: cambio a sei marce, motore alleggerito, funzione automatica Stop/Start di serie e grande economia dei consumi. Il motore 1.2 DIG­T emette 129 g di CO2 al chilometro e consuma 5,6 l/100 km.

Secondo l’approccio del downsizing, l’unità benzina 1.6 DIG­T esistente è stata perfezionata per aumentare l’erogazione di coppia ai bassi regimi, sotto i 2000 giri. Produce 190 CV (140 kW), è già conforme alla norma Euro 6 ed emette 139 g/km di CO2 nelle versioni a due ruote motrici. Il rapporto di combustione è passato da 9,5 a 10,5:1 e il motore impiega tecnologie di riduzione degli attriti e il ricircolo dei gas di scarico raffreddati.

Oltre a una trasmissione manuale a sei rapporti, Juke 1.6 DIG­T è disponibile anche con il nuovo cambio XTronic abbinato a una sofisticata trazione integrale.

XTronic è una versione rivisitata del cambio CVT montato a bordo del primo Juke, e assicura una progressione fluida e naturale. I rapporti al cambio sono meglio distribuiti, con una copertura ampliata del 17% rispetto all’unità uscente: un dato, anche questa volta, tra i migliori del settore. È come aggiungere marce extra a un cambio tradizionale: migliora l’accelerazione ai bassi regimi e aumentano raffinatezza ed economia alle velocità di crociera. La riduzione degli attriti interni ha permesso di migliorare l’efficienza del 40%. Il risultato è un cambio che offre ottima grinta negli spunti e un’erogazione piena e costante nelle normali condizioni di marcia.

TELAIO

Come in precedenza, Juke prevede l’opzione della sofisticata trazione integrale ALL MODE 4×4­i di Nissan. Abbinato al motore 1.6 DIG­T con cambio XTronic, il sistema utilizza la tecnologia Torque Vectoring System (TVS) di Nissan per eliminare i fenomeni di sottosterzo e migliorare la trazione.

La ripartizione della coppia non è più solo fra le ruote anteriori e posteriori ­ fino a un massimo del 50:50 ­ ma anche fra i due lati dell’assale di coda. I dati ottenuti dalla misurazione di diverse variabili (velocità delle ruote, angolo di sterzata, imbardata e accelerazione laterale) vengono interpretati per prevedere le intenzioni del guidatore.

Per ridurre il sottosterzo e migliorare le dinamiche in curva, la ruota posteriore esterna riceve più coppia. Il sistema segue tempestivamente e con compiacenza i cambi di traiettoria del volante, in curva o nei passaggi di corsia. In curva, la ruota esterna riceve più potenza, in modo che la differenza tra i valori destra/sinistra limiti l’imbardata per consentire al veicolo di seguire la traiettoria voluta.

VALORE ED EQUIPAGGIAMENTI

Le dotazioni di serie su tutti i modelli comprendono: luci diurne a LED, radio CD con ingresso Aux­in, indicatore di cambio di marcia per guidare in modo più efficiente e sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici. Le versioni Visia 1.5 dCi e 1.6 aggiungono cerchi in lega, climatizzatore manuale, computer di bordo e sedile di guida regolabile in altezza.

I modelli Acenta hanno fendinebbia, cerchi in lega da 17 pollici, climatizzatore automatico, comandi a distanza per l’impianto audio, connettività Bluetooth per i telefoni cellulari e lo streaming audio, cruise control e limitatore di velocità, sistema Nissan Dynamic Control e finiture interne cromate.

Nissan Dynamic Control è un sofisticato sistema di controllo che permette di impostare tre diverse modalità di guida ­ Normal, Sport o Eco ­ e dà informazioni in tempo reale al pilota.

I modelli Tekna hanno retrovisori ripiegabili elettricamente, sensori luce e pioggia, apertura i­Key con Start/Stop e sistema di infotainment NissanConnect di ultima generazione con retrocamera di parcheggio, Around View Monitor e Safety Shield.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: