Jeep® Cherokee: innovazione e libertà disegnano il futuro del marchio

Nuovo design degli interni e degli esterni
Importanti novità nel segmento: primo Medium SUV con cambio automatico a nove rapporti e dispositivo di disconnessione dell’asse posteriore
Nuova configurazione a trazione anteriore e tre innovativi sistemi di trazione integrale: Jeep® Active Drive I, Jeep® Active Drive II e Jeep® Active Drive Lock con bloccaggio del differenziale posteriore
Nuovo ed efficiente motore turbodiesel Multijet II da 2,0 litri, 140 o 170 CV di potenza e 350 Nm di coppia e motore a benzina V6 Pentastar da 3,2 litri, 272 CV di potenza e 315 Nm di coppia
Tecnologia Stop/Start per la riduzione dei consumi di serie su entrambe le motorizzazioni diesel
Contenuti tecnologici esclusivi: quadro strumenti con schermo a colori TFT da 7″ configurabile, sistema Uconnect con touchscreen a colori da 8,4” e nuovo caricabatterie Wireless Charging Pad
Sicurezza ‘best in class’: 5 stelle Euro NCAP per il SUV più sicuro della categoria grazie a più di 70 dispositivi di sicurezza, tra cui il sistema antiribaltamento elettronico (ERM), ABS con calibrazione off-road, il sistema Forward Collision Warning with Crash Mitigation, l’Adaptive Cruise Control with Stop&Go, il Lanesense Lane Departure Warning, il Blind-spot Monitoring e il Rear Cross Path detection
Disponibile in Italia in tre allestimenti: Longitude, Limited e Trailhawk
Jeep Cherokee & Mopar®: più di 100 accessori creati per la nuova generazione del Medium SUV Jeep
Jeep Cherokee e FGA Capital: offerte finanziarie in linea con le esigenze dei clienti della nuova Cherokee
12 e 13 aprile: ‘Porte aperte’ presso gli showroom Jeep presenti in Italia

Jeep® Cherokee, il Medium SUV Jeep, si è evoluto in una vettura completamente nuova in grado esprimere pienamente i valori di avventura, autenticità, libertà e passione del brand e di offrire ai clienti una moderna interpretazione del claim “Go anywhere, do anything” che da sempre contraddistingue ogni modello appartenente al leggendario marchio americano.
Trent’anni fa, con l’introduzione della Jeep Cherokee del 1984, Jeep ha inventato il segmento dei Medium SUV. Il nuovo modello compatto era in assoluto il primo veicolo nel suo genere a vantare dimensioni ridotte e raggiunse un tale successo che fu presto oggetto di numerose imitazioni. La principale novità del Cherokee del 1984 era rappresentata dalla nuova carrozzeria monoscocca che assicurava al veicolo una maggiore rigidità, riducendo pesi e consumi.
Oggi, la nuova generazione di Jeep Cherokee ridefinisce lo standard di riferimento nel segmento creato da Jeep esattamente tre decenni fa e presenta un innovativo design dalle linee fluide e slanciate, il primo cambio automatico a nove rapporti della categoria, caratteristiche di guida su strada e maneggevolezza di classe superiore, leggendarie capacità 4×4 di Jeep, interni premium realizzati con cura artigianale, innovativi contenuti tecnologici, nuovi livelli di efficienza, intrattenimento e comfort a bordo e sistemi per la sicurezza e per la protezione degli occupanti a ‘cinque stelle’ che gli hanno recentemente assicurato il titolo Euro NCAP di “SUV più sicuro” della categoria per l’anno 2013.

Progettata per eccellere su qualsiasi tipo di superficie, la nuova Jeep Cherokee esprime la sintesi tra innovazione stilistica e tradizione, leggendarie capacità 4×4 e tecnologia: caratteristiche che trovano la loro massima espressione nella versione top di gamma Limited e nel suo alter ego ‘off road’, la versione Trailhawk.

Con esterni dalle linee fluide e slanciate, la nuova Jeep Cherokee riprende elementi della tradizione stilistica Jeep e segna l’inizio di un nuovo linguaggio che proietta il brand in una nuova era. Tutto ciò grazie a linee che esprimono efficienza e conservano intatto il DNA Jeep. I nuovi interni di Jeep Cherokee sono realizzati con cura artigianale e presentano contenuti tecnologici all’insegna della praticità e della semplicità d’uso.
Disponibile sia nella configurazione a due ruote motrici a trazione anteriore sia in quella a trazione a quattro ruote motrici, la nuova generazione di Jeep Cherokee è stata progettata per garantire capacità on ed off-road di riferimento in qualsiasi condizioni di utilizzo. Il nuovo Medium SUV Jeep offre tre innovativi sistemi di trazione integrale: Jeep® Active Drive I, Jeep® Active Drive II e Jeep® Active Drive Lock. Il sistema Jeep® Active Drive I dispone di una unità di trasmissione della potenza (PTU) completamente automatica che assicura un funzionamento continuo a qualsiasi velocità, sia nella modalità a trazione integrale che in quella a due ruote motrici.
Il sistema Jeep® Active Drive II include una PTU a due velocità con gestione della coppia e marce ridotte, mentre il sistema Jeep® Active Drive Lock è disponibile esclusivamente sulla versione Trailhawk e prevede, oltre alle caratteristiche del sistema Jeep Active Drive II, il bloccaggio del differenziale posteriore per assicurare maggiore potenza durante la guida a marce ridotte nel fuoristrada estremo.
Il nuovo Jeep Cherokee, è anche il primo Medium SUV con dispositivo di disconnessione dell’asse posteriore: questo sistema consente di ridurre le perdite di energia quando non è necessario utilizzare la modalità 4×4, garantendo una maggiore efficienza nei consumi. La disconnessione dell’asse posteriore consente di passare in modo fluido dalla trazione a due ruote motrici a quella a quattro ruote motrici e di assicurare pertanto la gestione permanente della coppia senza intervento da parte del conducente.
In Italia, la commercializzazione della nuova Jeep Cherokee avrà inizio presso gli showroom Jeep con il porte aperte previsto per il weekend del 12 e 13 aprile. Nel dettaglio, la gamma italiana prevede gli allestimenti Longitude, Limited e Trailhawk equipaggiati con il nuovo motore turbodiesel Multijet II da 2,0 litri e il Pentastar benzina da 3,2 litri. L’efficiente 2,0 litri turbodiesel sarà disponibile nella versioni da 140 e 170 CV di potenza, entrambe con una coppia massima di 350 Nm. Le versione da 170 CV del motore da 2,0 litri è abbinata al nuovo cambio automatico a nove rapporti, un contenuto che per prima la nuova Jeep Cherokee porta nella sua categoria, mentre la versione da 140 CV è abbinata ad un cambio manuale a sei rapporti. La tecnologia Stop/Start per la riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2 è di serie su entrambe le versioni del turbodiesel da 2,0 litri. Il V6 Pentastar da 3,2 litri, 272 CV di potenza e 315 Nm di coppia è disponibile esclusivamente in abbinamento alla nuova trasmissione automatica a nove rapporti.
DESIGN
Nuovi esterni dalle linee fluide e slanciate
La nuova Jeep Cherokee presenta un design rivoluzionario e innovativo con contenuti tecnologici esclusivi e finiture esterne realizzate con cura artigianale. Nello sviluppo della nuova generazione, i designer hanno creato una vettura che consentirà a Jeep di entrare in una nuova era, grazie a linee che esprimono efficienza senza compromettere il DNA e l’heritage stilistico del marchio. Il look della nuova Jeep Cherokee suggerisce inoltre la capacità di affrontare qualsiasi situazione di guida su strada, in fuoristrada e in qualsiasi condizione metereologica.
Esternamente, linee fluide e slanciate sottolineano l’efficienza e l’aerodinamicità della parte superiore della carrozzeria. La parte inferiore, robusta e sicura, suggerisce le leggendarie capacità che caratterizzano ogni vettura Jeep. Inoltre, il nuovo modello Cherokee presenta aggressive proporzioni ruote-carrozzeria e una imponente presenza su strada. Gli angoli di attacco e di uscita garantiscono capacità di riferimento nella categoria.

La nuova generazione di Jeep Cherokee è stata progettata per integrare una serie di caratteristiche ispirate all’aerodinamicità, in grado di ridurre le resistenze e migliorare l’efficienza nei consumi. Tra le numerose soluzioni proposte dal nuovo Medium SUV Jeep si segnalano la scocca perfettamente integrata, l’ampio spoiler posteriore, le vaschette integrate nel sottopianale, i deflettori integrati nel sottoporta, le luci posteriori progettate per fendere l’aria sul lato della carrozzeria e, infine, i cerchi in alluminio leggero realizzati appositamente per assicurare la massima efficienza aerodinamica.

Un elemento chiave nel frontale della nuova Jeep Cherokee è il cofano “spiovente” con la caratteristica griglia a sette feritoie attraversata orizzontalmente da uno spigolo netto. Il cofano è ben definito e separato dai parafanghi anteriori in una moderna interpretazione della tradizione stilistica del marchio.
La sofisticata tecnologia di illuminazione a LED è ampliamente utilizzata sulla nuova Jeep Cherokee. I fari anteriori dalla forma allungata presentano inconfondibili luci diurne (DRL) e fari al Bi Xeno(standard sulla versione top di gamma Limited) che giocano un ruolo importante nel definire le inedite proporzioni del frontale. Lateralmente, spiccano i passaruota trapezoidali che appartengono all’heritage stilistico del marchio.

Moderne luci a LED sono parte integrante del sistema d’illuminazione posteriore e rendono l’aspetto della vettura più robusto ma al tempo stesso armonioso. Sul posteriore, questo sistema rappresenta il collegamento tra la parte superiore e quella inferiore e contribuisce a creare il look inconfondibile della nuova Cherokee. Inoltre, sul fascione posteriore sono montati fari retronebbia e catarifrangenti di nuovo disegno, specifici della nuova generazione di Jeep Cherokee.

Jeep Cherokee monta cerchi in lega da 17 pollici sulle versioni Longitude e Trailhawk e cerchi da 18 pollici sulla versione Limited per garantire la massima trazione anche in condizioni di scarsa aderenza.

Infine, Jeep Cherokee offre la possibilità di vivere l’emozione della guida open air grazie al nuovo tetto panoramico CommandView con doppi vetri apribile elettricamente. CommandView si sviluppa su tutta la lunghezza del tetto fino a comprendere la seconda fila di sedili ed è disponibile a richiesta su tutta la gamma.

Interni premium completamente nuovi
Con l’introduzione della nuova generazione di Grand Cherokee, il marchio Jeep ha posto le fondamenta per creare un nuovo orientamento nell’esecuzione degli interni che è stato utilizzato anche nella realizzazione della nuova Cherokee. I nuovi interni sono moderni, accoglienti e confortevoli. Oltre a essere contraddistinti da un design sofisticato, forme scolpite, elementi stilistici tipici del marchio Jeep, materiali di qualità superiore, cura artigianale e attenzione al dettaglio. L’abitacolo è stato realizzato per offrire il massimo comfort e presenta contenuti tecnologici all’insegna della praticità e della semplicità d’uso oltre a pratici vani portaoggetti.

Nella realizzazione dei nuovi interni, i progettisti Jeep si sono ispirati all’heritage del marchio. La linea trapezoidale su cui si sviluppa idealmente la plancia riprende il classico elemento stilistico dei passaruota delle vetture Jeep. La cornice della consolle centrale è ispirata al profilo della griglia frontale delle Jeep Willys degli anni Quaranta esattamente come accade sulla nuova Grand Cherokee.
Materiali di pregio caratterizzano tutte le superfici interne, tra cui i rivestimenti sulla parte superiore delle porte, il bracciolo centrale e la parte superiore del quadro strumenti. L’abitacolo è interamente rivestito di materiali morbidi al tatto e piacevoli alla vista. Il rivestimento in vinile del quadro strumenti con cuciture alla francese è di serie su tutti i modelli.

Gli interni della nuova Jeep Cherokee si contraddistinguono per i tre diversi allestimenti ispirati a località lontane e paesaggi esotici, come il Marocco, il Grand Canyon e il monte Vesuvio.

La luce e i colori delle notti marocchine hanno ispirato l’allestimento Black degli interni denominato Morocco. In Marocco infatti la luce del tramonto riflette le forme mettendole in risalto ed accentuando il contrasto con le tonalità dorate. Questo allestimento prevede sedili e rivestimenti interni di colore nero con cuciture a vista nella calda tonalità Moroccan Sun. Gli interni Morocco sono disponibili in tessuto premium, pelle Nappa o nella combinazione tessuto/pelle Nappa su tutte le versioni della nuova gamma Cherokee.
Rivestimenti Jeep Brown caratterizzano l’allestimento degli interni denominato Grand Canyon: ispirato alle sfumature di colore presenti sulle rocce del Grand Canyon, il tono intenso e caldo dei rivestimenti di colore marrone è impreziosito da cuciture a contrasto dorate. Gli interni Grand Canyon prevedono sedili e rivestimenti in pelle Nappa e sono disponibili esclusivamente sulla versione Trailhawk.

Il monte Vesuvio in Italia è stata la fonte d’ispirazione per l’allestimento degli interni in pelle caratterizzati dallo schema bicolore Jeep Brown e Indigo Blue. Cuciture a contrasto bianche con accenti argento contribuiscono ad alleggerire con un effetto luce la tonalità scura dei rivestimenti. Gli interni Vesuvio prevedono sedili e rivestimenti in pelle Nappa e sono disponibili di serie sulla versione top di gamma Limited.

I sedili della nuova Cherokee presentano un design ergonomico utile a fornire il giusto sostegno agli occupanti e presentano rivestimenti in tessuto premium (Longitude), in morbida pelle Nappa (Limited) o in una combinazione tessuto e pelle Nappa che contraddistingue esclusivamente l’allestimento Trailhawk. I sedili a regolazione elettrica, riscaldabili e anteriori ventilati, dotati di funzione ‘memory’ di serie sulla versione top di gamma, sono disponibili a richiesta anche sugli altri allestimenti. I sedili posteriori sono frazionabili con rapporto 60/40 e scorrono in avanti e indietro per il massimo comfort dei passeggeri e per facilitare le operazioni di carico.

La ricca dotazione comprende volante in pelle riscaldato e supporto caricabatterie wireless – Wireless Charging Pad (di serie sulle versioni Limited e Trailhawk) – oltre a una ricca serie di accessori per il comfort a bordo.
La funzionalità è una delle caratteristiche principali degli interni della nuova Jeep Cherokee, dove non mancano gli scomparti utili a custodire oggetti. Uno scomparto nascosto è situato nella parte superiore della consolle centrale, al di sopra della strumentazione. Inoltre, il sedile del passeggero anteriore abbattibile offre al proprio interno un comodo contenitore cui si accede ribaltando verso l’alto la seduta.

TECNICA
Sistemi 4×4 e prestazioni ‘Go anywhere’ del marchio Jeep
La nuova Jeep Cherokee porta a un nuovo livello le leggendarie capacità off-road del marchio Jeep e offre tutti i vantaggi di una vettura adatta a qualsiasi condizione di guida e superficie. In dettaglio, la nuova generazione di Jeep Cherokee propone tre innovativi sistemi di trazione integrale che assicurano capacità 4×4 di riferimento: Jeep®Active Drive I con unità di trasmissione della potenza (PTU) completamente automatica a singola velocità, Jeep® Active Drive II con PTU a due velocità e marce ridotte e il sistema Jeep® Active Drive Lock con PTU a due velocità, gestione della coppia, marce ridotte, bloccaggio dell’asse posteriore e Selec-Speed Control (disponibile esclusivamente sul modello Trailhawk).

Jeep Cherokee è il primo Medium SUV a offrire il dispositivo di disconnessione dell’asse posteriore che consente di ridurre le perdite di energia quando non è necessario utilizzare la modalità 4×4, garantendo così maggiore efficienza nei consumi. La disconnessione dell’asse posteriore permette di passare in modo fluido dalla trazione a due ruote motrici a quella a quattro ruote motrici e di assicurare quindi la gestione permanente della coppia senza intervento da parte del conducente.

Jeep Active Drive I
Disponibile sulle versioni Longitude e Limited, il sistema Jeep Active Drive I include un’unità di trasmissione della potenza (PTU) completamente automatica che assicura un funzionamento continuo a qualsiasi velocità, sia nella modalità a trazione integrale che in quella a due ruote motrici. Il sistema non richiede alcun intervento o feedback da parte del conducente, provvede alle azioni correttive necessarie a garantire la stabilità del veicolo e migliora la risposta in condizioni di sovrasterzo e sottosterzo. Jeep Active Drive I assicura  una distribuzione equilibrata della coppia con controllo della trazione in frenata. Una frizione a bagno d’olio variabile, alloggiata nel modulo di trazione posteriore, garantisce straordinarie prestazioni nella modalità a quattro ruote motrici. La frizione fornisce la quantità di coppia necessaria in qualsiasi condizione di utilizzo, in presenza ad esempio di terreni a scarsa aderenza, in caso di partenze aggressive e guida sportiva. Sofisticati algoritmi permettono al sistema di contribuire al miglioramento della dinamica di guida e di dialogare con il sistema di controllo elettronico della stabilità (ESC) nei casi in cui vengono rilevate condizioni critiche di aderenza.

Jeep Active Drive II
Disponibile sulla versione Limited, il sistema Jeep Active Drive II include una PTU a due velocità con gestione della coppia e marce ridotte. Nella modalità 4-Low, il sistema blocca l’asse anteriore e quello posteriore per assicurare maggiore potenza alle basse velocità e capacità nel traino. Il rapporto di riduzione delle marce ridotte di 2,92:1 migliora le prestazioni quando si affrontano tratti in salita, oltre ad assicurare un eccellente rapporto finale di riduzione nella guida in fuoristrada estremo. Jeep Active Drive II lavora in combinazione con il sistema Selec-Terrain per consentire importanti variazioni nella distribuzione della coppia, monitorando la trasmissione del motore e il sistema ESC e fornendo quindi potenza alle ruote con maggiore trazione. Jeep Active Drive II comprende inoltre il sistema Hill-descent Control.

Jeep Active Drive Lock
Disponibile di serie esclusivamente sulla versione Trailhawk, il sistema Jeep Active Drive Lock include tutte le caratteristiche del sistema Jeep Active Drive II ma aggiunge il bloccaggio del differenziale posteriore per assicurare maggior potenza durante la guida a marce ridotte quando si devono superare degli ostacoli o nel fuoristrada estremo. Il bloccaggio del differenziale posteriore può essere inserito dal conducente in qualsiasi modalità a marce ridotte. Il differenziale si blocca automaticamente in alcune modalità del sistema Selec-Terrain, come per esempio in quella “Rock”, per massimizzare la trazione sulla ruota in grado di garantire la maggiore presa. Jeep Active Drive Lock comprende inoltre il dispositivo Selec-Speed Control con Hill-ascent e Hill-descent Control.

Selec-Terrain
Tutti i sistemi 4×4 sono abbinati al sistema di gestione della trazione Selec-Terrain del marchio Jeep che dispone di quattro modalità (cinque per la versione Trailhawk che aggiunge la modalità Rock alle quattro già di serie: Auto, Snow, Sport e Sand/Mud). Attraverso il selettore del Selec-Terrain, il conducente può scegliere tra le impostazioni per la guida on-road e off-road quella più adatta ad affrontare una particolare superficie. Il sistema è progettato per ottimizzare il funzionamento dei sistemi di trazione integrale e garantire prestazioni e una capacità di controllo senza uguali. Il Selec-Terrain coordina elettronicamente e ottimizza il funzionamento di 12 diversi sistemi tra cui: il modulo di controllo della trasmissione, il controller elettronico del freno, l’ESC, il controller del cambio, il controller del gruppo motore-trasmissione e, solo sulla versione Trailhawk, il Selec-Speed Control (con Hill-ascent e Hill-descent Control).

Auto
E’ la modalità di guida standard (Drive)
Prevede il sistema di controllo elettronico della frenata
Rileva automaticamente la necessità di inserire le quattro ruote motrici
La ripartizione della coppia sull’asse anteriore/posteriore è attiva e varia in base alla condizioni di guida

Sport
Consente un efficace controllo nella guida su strada
Il controllo della trazione è parziale
Attiva le soglie di slittamento dell’ESC
Prevede un assetto coppia motore-trasmissione per migliorare le prestazioni in curva
Provvede a ripartire la coppia con rapporto fino al 40/60% sull’asse anteriore/posteriore

Snow
Consente la partenza in seconda
Utile in condizioni meteorologiche avverse
Prevede il sistema di controllo elettronico della frenata su superfici scivolose
Attiva la trazione integrale permanente
Provvede a ripartire la coppia con rapporto fino al 40/60% sull’asse anteriore/posteriore

Sand/Mud
Offre un maggiore controllo nella guida off-road
Prevede il sistema di controllo elettronico della frenata con modalità off-road
Attiva la trazione integrale permanente
Arriva a trasferire fino al 100% della coppia sull’asse posteriore

Rock (disponibile solo con il sistema Jeep Active Drive Lock)
Si utilizza per superare ostacoli off-road
Sistema di controllo elettronico della frenata con modalità off-road con aumentata capacità di bloccaggio dei differenziali
Disponibile solo nella modalità 4-Low
Arriva a trasferire fino al 100% della coppia sull’asse posteriore

Inoltre, il sistema ESC varia il proprio funzionamento in base della modalità Selec-Terrain selezionata:
ESC è attivo nelle modalità Auto e Snow
ESC si disattiva in 4-Low
ESC è in modalità Partial nelle modalità Sport e Sand/Mud. Nella modalità Partial, il sistema ESC riduce il controllo della trazione e il controllo della stabilità, mentre l’Anti-lock Braking System (ABS) e il sistema antiribaltamento elettronico (ERM) restano attivi.

Nella modalità 4-Low, il sistema Selec-Terrain seleziona il rapporto di riduzione di 2,92:1 per garantire maggiore potenza e migliori prestazioni nel fuoristrada estremo. Nella posizione Neutral, la Jeep Cherokee equipaggiata con i sistemi Jeep Active Drive II e Jeep Active Drive Lock disconnette il gruppo cambio-trasmissione per consentire il traino da parte di un altro veicolo.

Selec-Speed Control
La nuova Jeep Cherokee presenta inoltre il Selec-Speed Control, un importante dispositivo che prevede i sistemi Hill-ascent Control e Hill-descent Control e garantisce alla vettura l’assistenza necessaria quando si devono percorrere tratti in salita e in discesa. Se il Selec-Speed Control è attivo, l’ESC controlla la coppia del motore e la pressione dei freni per mantenere invariata la velocità preimpostata durante la guida in fuoristrada, su tratti in salita o in discesa e nel superamento di ostacoli. Quando si affrontano percorsi in fuoristrada particolarmente impegnativi, consente quindi al conducente di concentrarsi esclusivamente sui movimenti dello sterzo. Disponibile esclusivamente sulla versione Trailhawk e nella modalità 4-Low, questo sistema è attivabile attraverso l’apposito pulsante sull’interruttore Selec-Terrain. Il valore della velocità preimpostata, selezionabile dal conducente e compreso tra 1,6 km/h e 8,5 km/h, può essere modificato mediante il selettore +/-.

MOTORI E TRASMISSIONI
Primo cambio automatico a nove rapporti del segmento
Jeep Cherokee è il primo Medium SUV a montare di serie un cambio automatico a nove rapporti. La nuova trasmissione è equipaggiata sugli esemplari con motore 2.0 turbodiesel da 170 CV e su quelli a benzina della nuova gamma Cherokee.

Il nuovo cambio automatico a nove rapporti assicura cambi marcia eccezionalmente morbidi, una gamma estremamente ampia di rapporti di trasmissione per garantire una migliore accelerazione, emissioni ridotte e maggior efficienza nei consumi.

I rapporti di trasmissione del nuovo cambio garantiscono una risposta adeguata alla situazione di guida: consentono infatti di affrontare partenze vivaci e di beneficiare dell’erogazione fluida e costante della potenza nei lunghi tratti autostradali. La nuova trasmissione automatica prevede i seguenti rapporti:
1a – 4,70; 2a – 2,84; 3a – 1,91; 4a – 1,38; 5a – 1,00; 6a – 0,81; 7a – 0,70; 8a – 0,58; 9a – 0,48.

Il nuovo cambio offre risposte precise, accelerazioni rapide e cambiate fluide. L’ampio differenziale tra i rapporti consente di disporre di un rapporto aggressivo della prima marcia pari a 4,70 per consentire prestazioni elevate anche nelle marce inferiori. Le escursioni ridotte tra i rapporti garantiscono un passaggio più morbido da una marcia a quella successiva. La disponibilità unica di quattro rapporti di overdrive permette inoltre una maggiore efficienza dei consumi nel ciclo autostradale e una riduzione complessiva dei livelli di rumorosità, vibrazioni e ruvidità (NVH).

Completamente elettronica, la nuova trasmissione automatica a nove rapporti è un cambio con mappatura “shift-on-the-fly”, che consente di scegliere attraverso il sistema di controllo interattivo Electronic Range Select tra la modalità completamente automatica o quella manuale sequenziale. Più di 40 singole mappature ottimizzano la qualità della cambiata migliorando, così, l’economia dei consumi, le prestazioni e il piacere di guida. Al fine di determinare la modalità più appropriata, il sofisticato software è infatti in grado di valutare diversi parametri tra cui la coppia utilizzata, i kick down, le accelerazioni longitudinali e laterali, e le variazioni di pendenza. Per assicurare un miglior comfort di guida, parametri aggiuntivi sono stati integrati nella strategia di controllo della trasmissione quali la temperatura, la velocità e il controllo elettronico della stabilità. Il risultato è un cambio automatico perfettamente adattabile alle condizioni e ai diversi stili di guida.

Funzionando ad un numero di giri del motore inferiore sia nel ciclo urbano che in quello autostradale, il cambio automatico garantisce consumi ulteriormente ridotti attraverso il differenziale tra i diversi rapporti e i valori di efficienza meccanica. L’aggiunta di un maggior numero di rapporti contribuisce, inoltre, a diminuire la percezione della variazione di velocità normalmente associata ai cambi marcia.

Questi ultimi risultano quasi impercettibili, grazie agli intervalli regolari tra i diversi rapporti. All’interno, il cambio automatico presenta quattro gruppi di ingranaggi e sei elementi di innesto – frizioni multidisco, innesti a denti e freni, di cui solo tre aperti contemporaneamente. Il numero inferiore di elementi di innesto aperti contemporaneamente, contribuisce a ridurre le perdite per attrito dovute alla rotazione di più elementi, migliorando l’efficienza dei consumi.

Gamma motori
In Italia, la nuova Jeep Cherokee sarà equipaggiata con il nuovo ed efficiente motore turbodiesel da 2,0 litri a iniezione diretta I-4 Common Rail con tecnologia Multijet II, abbinato alla nuova trasmissione automatica a nove rapporti e al cambio manuale a sei marce. La nuova Jeep Cherokee dispone inoltre del propulsore benzina V6 Pentastar da 3,2 litri con nuovo cambio automatico a nove rapporti.

Turbo diesel Multijet II da 2,0 litri con tecnologia Stop/Start
Il nuovo, efficiente motore turbodiesel da 2,0 litri presenta la tecnologia Multijet II di seconda generazione, sviluppata e brevettata da Fiat Powertrain, con quattro valvole per cilindro e doppio albero a camme in testa (DOHC) azionato a cinghia. Dotato di sistema d’iniezione Common Rail da 1600 bar, iniettori a solenoide e turbocompressore a geometria variabile (VGT), il nuovo turbodiesel da 2,0 litri, in combinazione con il nuovo cambio automatico a nove rapporti, eroga una potenza massima di 170 CV a 4.000 giri/minuto e una coppia di 350 Nm a 1.750 giri/minuto. La capacità di traino con il motore turbodiesel da 2,0 litri equipaggiato con cambio automatico a nove rapporti raggiunge i 2.475 kg sugli esemplari dotati di Jeep Active Drive I.

Sulla nuova generazione di Jeep Cherokee è inoltre disponibile una versione ‘low power’ del motore turbodiesel da 2,0 litri in grado di sviluppare 140 CV a 3.750 giri/minuto e 350 Nm di coppia a 1.500 giri/minuto. Il motore 2.0 turbodiesel da 140 CV è abbinato a un cambio manuale a sei rapporti di ultima generazione. Sui modelli 4×2 con turbo diesel da 2,0 litri, 140 CV e cambio manuale a sei marce, le emissioni di CO2 sono pari a 139 g/km.

Sugli esemplari equipaggiati con Jeep Active Drive I e motore diesel da 2,0 litri con cambio automatico a nove rapporti, i consumi sono pari a 5,8 l/100 km nel ciclo combinato, con un risparmio del 26% rispetto al modello precedente. Le emissioni di CO2 registrano una riduzione complessiva del 26% e sono pari a 154 g/km consentendo alla nuova Cherokee di essere tra i veicoli più puliti nella categoria di riferimento.

Le caratteristiche e gli elementi principali del motore turbodiesel da 2,0 litri con sistema Multijet di seconda generazione sono i seguenti:

Testata in alluminio con due alberi a camme e quattro valvole per cilindro (due di aspirazione e due di scarico);
Sistema di iniezione Common Rail da 1.600 bar, con iniettori a solenoide in grado di generare fino a otto iniezioni per ciclo di combustione con Post-Injection e Injection Rate Shaping per il controllo del filtro antiparticolato (DPF);
Turbocompressore a geometria variabile (VGT) per migliori prestazioni in fase di accelerazione;
Sistema EGR raffreddato con sistema di bypass per una maggiore efficienza nei consumi e una riduzione delle emissioni;
Albero motore forgiato e perfettamente equilibrato all’interno di cappelli dei cuscinetti di banco imbullonati secondo uno schema incrociato per ridurre flessione e vibrazioni;
Blocco motore in ghisa per una maggiore durata e minori costi di costruzione;
Gruppo albero di bilanciamento (BSU) per ridurre le vibrazioni causate dal motore all’interno dell’abitacolo.

Il sistema d’iniezione Multijet Common Rail rappresenta la soluzione tecnologicamente più evoluta al fine di controllare le elevate pressioni di iniezione (1.600 bar) svincolandosi dal regime di rotazione motore e dalle quantità di combustibile iniettate. Di fatto, la gestione del motore è in grado di introdurre piccole quantità di combustibile con l’iniezione principale (la quantità di combustibile iniettata necessaria a fornire la prestazione richiesta dal conducente), garantendo un funzionamento particolarmente “morbido” del motore in qualsiasi situazione.

La tecnologia “Stop/Start” rappresenta un ulteriore punto di forza del motore turbodiesel da 2,0 litri, in quanto garantisce una maggiore efficienza nei consumi e ridotte emissioni di CO2. La nuova Jeep Cherokee è il secondo modello della gamma Jeep a vantare la presenza di questa tecnologia per ridurre i consumi. Il conducente può disattivare il sistema premendo il corrispondente pulsante sul cruscotto. Un’icona situata nel quadro strumenti indica se il sistema Stop/Start è attivo o disattivo.

Il nuovo motore turbodiesel da 2,0 litri con tecnologia Stop/Start è disponibile sugli allestimenti Longitudine e Limited di Jeep Cherokee.

Pentastar da 3,2 litri
Primo derivato dal rinomato V6 Pentastar da 3,6 litri, il nuovo motore V6 Pentastar da 3,2 litri beneficia delle stesse innovazioni che hanno fatto guadagnare al suo predecessore di cilindrata superiore il plauso dell’intero settore per efficienza, potenza e raffinatezza. Per il conducente tutto ciò significa un’esperienza di guida di livello superiore con valori NVH (rumore, vibrazioni e ruvidità) ridotti, un eccezionale bilanciamento della maggiore potenza specifica (85 CV per litro) ed un miglioramento nei consumi del 30% rispetto al precedente motore V6. Il motore Pentastar da 3,2 litri eroga 272 CV di potenza a 6.500 giri/minuto, 315 Nm di coppia a 4.300 giri/minuto e vanta una capacità di traino pari a 2.200 kg.
Il V6 Pentastar da 3,2 litri è equipaggiato sulle versioni Trailhawk e Limited della gamma Jeep Cherokee disponibile in Italia.

Per il motore a benzina V6 Pentastar da 3,2 litri, i consumi sono pari a 10,0 l/100 km nel ciclo combinato, mentre le emissioni di CO2 sono pari a 232 g/km.

Guide individuali del collettore di scarico sono integrate nel blocco delle testate in alluminio, un elemento caratteristico importante della linea Pentastar. Questa caratteristica non solo riduce il peso e porta benefici in termini di spaziosità del bagagliaio, ma migliora anche l’efficienza di produzione.

Il rapporto di compressione 10,7:1 del motore a 24 valvole contribuisce a ridurre i consumi e a migliorare le prestazioni, mentre la pompa olio a cilindrata variabile riduce ulteriormente le perdite parassite per massimizzare l’efficienza. La pompa è programmata per funzionare in base alle necessità: rimane in modalità bassa pressione con giri al minuto inferiori a 3.500 ed è pronta ad aumentare la pressione in base al regime del motore.

Il nuovo V6 Pentastar da 3,2 litri ha tutte le caratteristiche di progettazione che fanno dell’erogazione fluida della potenza una delle caratteristiche più interessanti del motore da 3,6 litri.

Monoblocco in alluminio pressofuso con configurazione a 60°, fissato con sei perni cuscinetto garantisce una rigidità ottimale e la riduzione dei livelli di rumorosità, vibrazioni e ruvidità (NVH). Quest’ultima è garantita anche dalle seguenti caratteristiche:
vaschetta di raccolta dell’olio a complemento della rigidità del monoblocco
coppa dell’olio in alluminio strutturale
alternatore e compressore A/C a montaggio diretto per aumentare la rigidità
pistoni a montaggio selettivo con rivestimento in materiale polimerico
comando di distribuzione a catena silenziosa con dentatura invertita per un contatto minimo dell’ingranaggio
coperchi testate dei cilindri sagomati e in materiale composito
collettore di aspirazione in materiale composito di nylon con rinforzo in vetro

L’innovativo collettore di aspirazione riduce la risonanza e migliora ulteriormente la qualità dell’esperienza di guida.

TELAIO, SOSPENSIONI E STERZO
Un’architettura di classe superiore
Per costruire la nuova generazione di Jeep Cherokee è stata utilizzata la comprovata architettura modulare della piattaforma Compact U.S. Wide (CUS-wide) che consente di essere adattata per costruire diversi modelli. Ne risulta maggiore qualità e affidabilità, oltre a costi ridotti e a un minor tempo di sviluppo e assemblaggio. L’architettura su cui è costruita la nuova Jeep Cherokee comprende componenti condivisi, modulari e intercambiabili e permette la modularità di passo, carreggiata anteriore e posteriore, sbalzo anteriore, lunghezza e larghezza della vettura.

Il contenuto di acciaio altoresistenziale della carrozzeria della nuova Jeep Cherokee è pari a circa il 65%. Gli acciai stampati a caldo, altoresistenziali e ultra-altoresistenziali sono utilizzati per costruire un’architettura resistente, leggera e solida.

Nuove prestazioni su strada
Le prestazioni su strada della nuova Jeep Cherokee sono il risultato del grande impegno da parte degli ingegneri Jeep. In particolare, il modello vanta nuove sospensioni a quattro ruote indipendenti con montanti MacPherson sull’asse anteriore e nuove sospensioni multi-link indipendenti su quello posteriore. Le sospensioni anteriori hanno una corsa di 17 cm e quelle posteriori di 19,8 cm per garantire una migliore articolazione. La culla posteriore isolata, la traversa anteriore in alluminio e la superiore rigidità torsionale assicurano alla nuova Cherokee un comportamento più morbido e silenzioso ed una elevata maneggevolezza.

Il servosterzo elettronico (EPS) migliora l’efficienza nei consumi e l’agilità della vettura ed offre un raggio di sterzata pari a circa 11 metri sui modelli 4×2, 11,6 metri sui modelli 4×4 e 12 metri sul modello Trailhawk, quello più specifico per l’off-road.
Grazie all’EPS la servo assistenza viene fornita attraverso un sistema a motore elettrico piuttosto che tramite un sistema idraulico tradizionale. Poiché il sistema è completamente elettronico, il conducente ha a propria disposizione una capacità sterzante ottimale a tutte le velocità, ridotti livelli di rumorosità e migliore efficienza nei consumi dovuta all’assenza di perdite parassitarie.
SICUREZZA
Una sicurezza a “cinque stelle” per il SUV più sicuro della categoria
La nuova Jeep Cherokee è stata sviluppata fin da subito per garantire il massimo livello di sicurezza previsto a oggi. Ciò ha consentito alla nuova generazione del Medium SUV Jeep di aggiudicarsi le prestigiose cinque stelle Euro NCAP con un punteggio globale di 83/100. Si tratta di un riconoscimento importante che testimonia la particolare attenzione del marchio Jeep per gli aspetti legati alla protezione di tutti gli utenti della strada e conferma come la nuova generazione di Jeep Cherokee soddisfi appieno tutti gli standard internazionali sulla sicurezza.
Recentemente, la nuova Jeep Cherokee ha inoltre ottenuto da Euro NCAP il titolo di vettura più sicura (‘best in class’) nella categoria Small Off-road 4×4 per l’anno 2013. Questo riconoscimento viene assegnato da Euro NCAP ai modelli testati nell’anno che hanno raggiunto il punteggio più alto nella classe di appartenenza. La nuova generazione del Medium SUV Jeep si è aggiudicata il titolo ‘best in class’ di Euro NCAP per le sue eccezionali caratteristiche di sicurezza.
Nel 2013 sono stati testati complessivamente 33 veicoli, in 7 categorie diverse. I primi classificati in ciascuna categoria, hanno guadagnato i massimi punteggi totali, calcolati in base ai risultati ottenuti in termini di protezione degli adulti, dei bambini, dei pedoni e di sistemi di sicurezza di assistenza alla guida.

Il primo elemento di sicurezza della nuova Jeep Cherokee è rappresentato dalla nuova architettura “Compact U.S. Wide (CUS-wide)”, costituita da una solida struttura costruita con acciaio altoresistenziale al 65%. A ciò, gli ingegneri Jeep hanno aggiunto una ricca dotazione per la sicurezza attiva e passiva che comprende oltre 70 dispositivi.
La dotazione di serie della nuova Jeep Cherokee comprende sette airbag (frontali multistadio, laterali anteriori, laterali a tendina e per le ginocchia del conducente), l’ESC (controllo elettronico di stabilità) con ERM (sistema elettronico antiribaltamento) e l’ABS con calibrazione off-road. Per garantire la massima protezione, a richiesta è possibile dotare la nuova Jeep Cherokee di ulteriori e innovativi dispositivi, tra cui il Forward Collision Warning with Crash Mitigation, il sistema di assistenza al parcheggio Parksense Parallel/Perpendicular Park Assist, l’Adaptive Cruise Control with Stop&Go, il Lanesense Lane Departure Warning, il Blind-spot Monitoring ed il Rear Cross Path detection.

Tra questi, si distingue per innovazione e utilità, il Forward Collision Warning with Crash Mitigation che rileva la variazione nelle distanze di sicurezza tra le diverse vetture e in caso di un ostacolo in rapido avvicinamento davanti alla vettura predispone i freni ed avverte il conducente per consentirgli di effettuare un intervento d’emergenza.

Il sistema di assistenza al parcheggio Parksense Parallel/Perpendicular Park Assist System rileva attraverso sensori di parcheggio a ultrasuoni situati sul paraurti, la disponibilità di parcheggio e guida il conducente nelle manovre. Il sistema controlla automaticamente l’angolo di sterzata mentre il conducente controlla la posizione del cambio, il freno e l’acceleratore. I parcheggi in parallelo sono possibili su entrambi i lati dell’auto; nelle manovre di parcheggio perpendicolari l’auto è condotta in retromarcia all’interno dello spazio di sosta.

L’Adaptive Cruise Control with Stop&Go (ACC) invece, se attivato, riduce la velocità impostata quando il veicolo si avvicina a un altro sulla stessa corsia oppure quando un altro veicolo si immette nella sua stessa corsia. Il sistema ritorna alla velocità impostata quando il veicolo che precede accelera oppure si sposta in un’altra corsia. Il sistema inoltre monitora costantemente la distanza tra il veicolo e quello che lo precede e regola automaticamente la velocità di crociera per mantenere la distanza impostata dal guidatore, agendo automaticamente su freno e acceleratore. Può essere particolarmente utile in condizioni meteorologiche avverse o in casi di scarsa visibilità.

Il sistema Lanesense Lane Departure Warning utilizza il sensore ottico della telecamera per stabilire la posizione su strada di Jeep Cherokee. In caso di cambio di corsia non intenzionale, che il sistema riconosce da un cambiamento di traiettoria senza attivazione degli indicatori di direzione, il segnale visivo emesso viene accompagnato da un segnale tattile inviato dal servosterzo elettrico (EPS). Se il conducente non reagisce rapidamente, il sistema emette un secondo allarme visivo.

Il Blind-spot Monitoring utilizza sensori radar a banda ultra larga che assistono il conducente durante i cambi di corsia e in fase di sorpasso. Il sistema segnala la presenza di veicoli negli angoli ciechi tramite icone illuminate sugli specchietti laterali ed attraverso un segnale acustico precedentemente selezionato dal conducente.

Infine, il Rear Cross Path detection (RCP) assiste il conducente nelle situazioni di parcheggio. Questo sistema avverte il conducente impegnato nella manovra di parcheggio dell’avvicinamento di un altro veicolo. Viene attivato quando si innesta la retromarcia. Il sistema segnala la presenza di veicoli provenienti da dietro tramite icone illuminate sugli specchietti laterali e attivando un segnale acustico selezionato dal conducente.

Un ulteriore importante e prestigioso riconoscimento nel campo della sicurezza è stato conquistato dalla nuova Cherokee negli Stati Uniti, dove la vettura ha superato con il massimo punteggio possibile i quattro test che l’Insurance Institute of Highway Safety (IIHS) utilizza per determinare i ‘Top Safety Pick’.
Queste prove simulano un impatto laterale con un pick-up o un SUV di grandi dimensioni, un impatto frontale moderato, una compressione del tetto a seguito di un ribaltamento, e un tamponamento posteriore con conseguente colpo di frusta. In ciascuno di questi test, la nuova Jeep Cherokee si è aggiudicata il migliore punteggio possibile grazie alla sua completa dotazione per la sicurezza, e in particolare ai numerosi sistemi di protezione degli occupanti disponibili in caso di collisione, tra cui la struttura con contenuto in acciaio altoresistenziale di circa il 65% ed i sette airbag di serie.

CONNETTIVITÀ & INFOTAINMENT
Sistemi di infotainment
La nuova Jeep Cherokee è dotata di intelligenti dispositivi high-tech e di sistemi di ultima generazione, intuitivi e di facile utilizzo, in grado di garantire il massimo comfort e il miglior livello di intrattenimento a bordo.

Supporto caricabatterie wireless per smartphone(Wireless Charging Pad)
Il nuovo supporto caricabatterie Wireless Charging Pad (di serie sulle versioni Limited e Trailhawk) è situato nello scomparto superiore del bracciolo centrale e consente la ricarica wireless di qualsiasi smartphone con predisposizione di ricarica QI wireless. Per caricare un dispositivo è sufficiente posizionarlo all’interno dell’apposita docking station di tipo meccanico.

Nuovo schermo del quadro strumenti a colori da 7″ completamente riconfigurabile
Posizionato sul quadro strumenti davanti al conducente, il sofisticato schermo a visualizzazione multipla a colori da 7″ (da 3,5” monocromatico sulla versione Longitude) completamente riconfigurabile permette di personalizzare l’esperienza di guida e di ricevere informazioni e feedback dal veicolo nel formato preferito. Tutto ciò mantenendo sempre le mani sul volante e lo sguardo sulla strada.
Il quadro strumenti è di facile utilizzo e visualizza le informazioni utili al conducente oltre a consentirgli di personalizzarlo aggiungendo quelle che desidera. Il conducente può scegliere quali tra le numerose informazioni necessarie alla guida visualizzare al centro del quadro strumenti, tra quelle relative a navigazione, velocità, consumi, sicurezza, Adaptive Cruise Control with Stop&Go (se disponibile), impianto audio e quelle fornite dai sistemi Jeep tra cui il Selec-Terrain. Il sistema è intuitivo ed è possibile scegliere tra un’ampia gamma di modalità di visualizzazione. I quattro angoli dello schermo possono inoltre essere personalizzati per visualizzare le informazioni da tenere sempre ‘a portata di mano’, come ad esempio il consumo di carburante, la temperatura esterna, l’ora e le coordinate della bussola.

Dopo aver selezionato la schermata principale, questa diventa la schermata predefinita visualizzata dal conducente all’accensione della vettura. Eventuali problemi della vettura vengono segnalati istantaneamente al conducente attraverso messaggi pop-up visualizzati sullo schermo. I messaggi di avvertimento vengono memorizzati automaticamente per consentire al conducente di consultarli anche in un secondo momento.

La nuova Jeep Cherokee è inoltre equipaggiata con il sofisticato sistema Uconnect con touchscreen da 8,4″. Questo sistema è disponibile di serie sui modelli Limited e Trailhawk, e permette di visualizzare chiaramente e direttamente tutte le informazioni necessarie per la guida e il comfort a bordo.
Inoltre, sempre all’insegna della massima sicurezza e semplicità d’uso, il sistema Uconnect consente al conducente di regolare impianto audio, climatizzatore, sedili riscaldati/ventilati e altre funzionalità della vettura sia attraverso lo schermo touchscreen, che utilizzando i comandi situati sulla console centrale al di sotto dello schermo, o attraverso comandi vocali.

Lo schermo touchscreen a colori da 8,4″ del sistema Uconnect è intuitivo e prevede a richiesta, su tutti gli allestimenti, il sistema di navigazione integrato. Infine, il nuovo volante in pelle a tre razze con comandi integrati, aggiunge nuovi livelli di sofisticazione tecnologica a Jeep Cherokee.

Oltre allo schermo touchscreen da 8,4” del sistema Uconnect, Jeep Cherokee offre di serie sulla versione Longitude il multimedia Command center con touchscreen da 5”, anch’esso intuitivo e di facile utilizzo.
Per un maggior comfort e piacere di guida, è inoltre compreso con il sistema di navigazione l’impianto audio Alpine da 506 W con nove altoparlanti e subwoofer.

Sistema Uconnect 8.4
Il sistema Uconnect 8.4 è stato progettato per offrire una dotazione per l’infotainment completamente integrata che coniughi in una singola piattaforma hardware connettività GPS, contenuti per l’intrattenimento e comandi ad attivazione vocale.

Gruppo leader nel mondo per sistemi audio e dispositivi per l’infotainment, HARMAN ha sviluppato il nuovo sistema UConnect disponibile sui modelli di Fiat Chrysler Automobiles. Il sistema UConnect vanta tempi di risposta più rapidi, migliorate capacità di riconoscimento vocale ed una navigazione più precisa e realistica rispetto ai sistemi utilizzati precedentemente. Dal sedile del conducente, tutto quello che si vede, si tocca, e si dice (tramite comandi vocali) ha una qualità elevata: non funziona solo meglio, è anche disposto meglio, e presenta materiali di pregio e grafiche eleganti.

Grazie all’ampio touch screen da 8,4″, la nuova piattaforma consente di accedere e gestire più facilmente tutti i principali contenuti multi media presenti sulla vettura come radio, telefono cellulare, mediaplayer, i-Pod o smartphone e navigatore. La piattaforma offre una navigazione più precisa e realistica con destinazioni, città e punti di interesse visualizzati in 3D; presenta inoltre  funzionalità di riconoscimento vocale più sofisticate, per assicurare l’accesso tramite controllo vocale e senza compromettere la sicurezza. L’inserimento delle destinazioni è un’azione “one-shot”, con la città, la via e il numero civico in sequenza logica. Il sistema integra inoltre informazioni di viaggio e quelle sul traffico attraverso la funzionalità TMC (Traffic Message Channel). Inoltre, il sistema UConnect 8.4 dispone di serie di un sintonizzatore DAB, che consente di disporre della qualità CD per radio e informazioni relative ai programmi in onda, incluse eventuali immagini.
Il nuovo sistema Uconnect con touch screen da 8,4″ e navigazione satellitare è disponibile come optional su tutti gli allestimenti della gamma Cherokee.

Jeep Cherokee & Mopar®
Il nuovo Jeep Cherokee è l’ulteriore espressione dell’intensa e proficua collaborazione che lega il marchio Jeep a Mopar®, il brand di riferimento per i servizi, il customer care, i ricambi originali e gli accessori per i marchi di Fiat-Chrysler Automobiles. Sono infatti oltre 100 gli accessori Mopar dedicati a Jeep Cherokee che si accordano in modo armonioso con il nuovo modello, rispettandone le caratteristiche tecniche, stilistiche e meccaniche. Del resto, i prodotti Mopar sono unici perché sviluppati contestualmente alla piattaforma e al progetto della vettura, e vantano pertanto un legame diretto che le altre aziende del settore aftermarket non sono in grado di offrire.
In particolare, spiccano all’interno della nuova gamma Cherokee, gli accessori legati al Cargo Management System, un innovativo sistema che permette di sfruttare al meglio il vano di carico posteriore grazie ad una gamma completa di accessori modulari che si adattano perfettamente al JCM (Jeep Cargo Management) montato sul lato sinistro del bagagliaio.
Nel dettaglio, la linea di accessori Cargo Management System include l’Off road Accessory, il kit specifico per la versione Trailhawk composto da cinghia di traino, guanti, torcia elettrica e borsa in tessuto con logo Trailhawk; il Collapsible cooler, un contenitore termico mantenere al fresco o al caldo bevande e alimenti; il Reversible Cargo Mat, ovvero il tappeto per il vano di carico pieghevole e reversibile di colore nero utilizzato per proteggere e mantenere in ordine l’interno della Cherokee che, se rimosso, può essere utilizzato come un pratico tappeto per picnic; infine, lo Storage Locker è un divisorio verticale di colore nero per l’area di carico con logo Jeep: è utile per appendere abiti, per riporre attrezzature sportive e per mantenere in ordine l’interno dell’auto. È dotato di due tasche portaoggetti, un contenitore pieghevole rimovibile e cinghie laterali.

Tra le esclusive personalizzazioni disponibili sulla nuova Cherokee emergono le due opzioni cerchi in lega da 17” e 18” progettate per soddisfare gli elevati standard di resistenza dei modelli Jeep e per conferire alla vettura un look elegante e allo stesso tempo sportivo. Accanto alle due soluzioni dei cerchi proposte da Mopar, la nuova Cherokee prevede il Black Hood Decal, ovvero una speciale decalcomania applicabile sul cofano della vettura. Questo particolare sticker è stato ideato, testato e realizzato specificatamente per la nuova generazione del Medium SUV Jeep.
Infine, Mopar mette a disposizione sulla nuova Cherokee Black Steel Rock Rails e barre portatutto al tetto. Questi accessori aggiungono alla vettura un aspetto ancora più specialistico per l’off-road e consentono di affrontare i tracciati più impegnativi in ulteriore sicurezza: le prime garantiscono infatti la massima protezione nel fuoristrada più estremo, le seconde aumentano la capacità di carico e consentono il trasporto di attrezzatura per attività outdoor come porta bici e portasci/tavola.

FGA Capital per la nuova Jeep Cherokee
La libertà e l’innovazione sono stati tra principali key driver di supporto al lancio della nuova Jeep Cherokee, il Medium SUV del marchio Jeep. Una vettura completamente nuova, concepita per diventare l’espressione più eloquente dei valori fondamentali del brand e per dare una moderna interpretazione al claim “Go anywhere, do anything”.
Le sue caratteristiche, infatti, sono uniche e quindi ideali sia per regalare nuove esperienze di guida che per accogliere a bordo chi non ha mai scelto una Jeep; progettata per eccellere su qualsiasi tipo di superficie, è la sintesi tra innovazione stilistica e tradizione. L’ideale per chi ricerca forma e sostanza sia su strada che fuoristrada. La possibilità di guidare una Jeep Cherokee in totale libertà è stato anche lo spunto seguito da FGA Capital nello sviluppo di strutture finanziarie diversificate per rispondere alle eterogenee esigenze dei clienti su tutti i mercati in cui opera e per rendere accessibile il sogno di vivere nuove avventure ed esperienze alla guida della nuova vettura.

FGA Capital, per supportare il lancio del nuovo modello, ha ideato delle offerte finanziarie in linea con i bisogni dei clienti di Cherokee: che si tratti di coppie o di nuove tipologie di famiglia “allargata”, il potenziale cliente è molto dinamico e quindi in grado di destreggiarsi tra lavoro e famiglia, di buon livello socio economico grazie alla propria attività.
Tre i concepts sviluppati dalla Finanziaria Captive:
il primo è JEEP FREE, una struttura finanziaria innovativa, dedicata a clienti privati che preferiscono acquistare in contanti con la collaudata formula senza interessi. Il cliente, infatti, corrisponde all’acquisto solo la metà del prezzo promozionale e, senza pagare alcuna rata intermedia, avrà la possibilità di scegliere dopo due anni, se tenere, cambiare o restituire la sua Cherokee.
I benefit reali per il cliente si concretizzano nel poter usufruire di un finanziamento senza avere sorprese di costo, senza alcuna rata mensile intermedia.
Il secondo è JEEP FREEDOM: una soluzione particolarmente interessante per chi predilige un esborso iniziale contenuto, una rata mensile accessibile con buoni tassi d’interesse. Ed allo scadere del contratto, la libertà di scegliere tra tre opzioni: tenere, cambiare o restituire la propria Cherokee.
Ed infine JEEP VALUE. In un unico concept, un programma in grado di rispondere alle richieste di diversi profili di cliente:
il leasing per imprenditori e liberi professionisti che preferiscono non possedere l’auto ma pagare solo l’effettivo utilizzo, senza rinunciare alla completezza dei servizi inclusi per l’intera durata del contratto Con una rata mensile che include l’Estensione della Garanzia, il cliente ha la libertà di guidare Cherokee sfruttando anche i vantaggi fiscali;
il noleggio a lungo termine per Aziende.

I concept sono trasversali ai mercati e si caratterizzano, nei dettagli, per estrema flessibilità per andare incontro alle specifiche esigenze dei clienti sui diversi mercati.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: