Campionato mondiale Endurance (WEC), Round 3, 24 Ore di Le Mans: Porsche schiera sette 911 RSR per la gara di durata piu’ impegnativa al mondo

M16_1959_fine

Un classico senza tempo: l’84a edizione della 24 Ore di Le Mans è in programma il 18 e 19 Giugno, come terza gara del Campionato Mondiale Endurance (WEC). Sul leggendario circuito della 24 Ore si sfideranno 60 auto e 180 piloti. Come costruttore di maggior successo nella storia della prestigiosa, classica gara di durata, Porsche è ancora una volta presente con uno schieramento da record. Nelle affollate classi GT, sette 911 RSR affronteranno la gara automobilistica più dura del mondo: il team ufficiale Porsche Motorsport schiera due 911 RSR con i vincitori assoluti di Le Mans, Earl Bamber (Nuova Zelanda) e Nick Tandy (Gran Bretagna) e cinque 911 portate in pista dai team privati. Con le due 919 Hybrid nella classe LMP1, Porsche affronta Le Mans con un totale di nove vetture e 16 piloti professionisti.

La gara
La 24 Ore di Le Mans è leggendaria. Nella lista dei vincitori sono annoverati i migliori piloti del mondo. Perfino Hollywood ha onorato questa gara di durata prestigiosa della provincia francese: il film del 1970 “Le Mans”, con Steve McQueen nel ruolo del protagonista, è considerato uno dei migliori film di tutti i tempi sulle corse automobilistiche. La gara, svoltasi per la prima volta nel 1923, è famosa in tutto il mondo per il circuito di 13,629 chilometri che si sviluppa con una combinazione di pista, normali strade pubbliche e celebri curve come Mulsanne e Tertre Rouge. Anche il rettilineo della Mulsanne, lungo quasi cinque chilometri, rende unico questo tracciato.

I piloti Porsche
Sei piloti professionisti Porsche gareggeranno nella classe GTE-Pro a Le Mans per il team ufficiale Porsche Motorsport. La cabina di guida della Porsche 911 RSR #91 è condivisa da Nick Tandy, dal campione in carica IMSA GT Patrick Pilet (Francia) e da Kévin Estre (Francia). La 911 RSR gemella con il numero 92 può contare su una formazione altrettanto forte. Earl Bamber divide la guida con Jörg Bergmeister (Germania) e Frédéric Makowiecki (Francia). Con 14 partenze fino ad ora, Jörg Bergmeister è il pilota Porsche GT di maggiore esperienza a Le Mans. Ad affrontare la gara nella 911 RSR gestita dal team privato Dempsey Proton Racing sono Richard Lietz (Austria), vincitore del Campionato mondiale Endurance nel 2015 come migliore pilota GT, e il suo collega pilota professionista Michael Christensen (Danimarca), con il quale combatterà per l’intera stagione WEC. Il terzo pilota è Philipp Eng (Austria), vincitore nel 2015 sia della Porsche Mobil 1 Supercup sia della Porsche Carrera Cup Deutschland. Questo sarà il suo cameo a Le Mans, dove tradizionalmente sono assegnati punti doppi per il campionato WEC. Nella classe GTE-Am, altri quattro team privati e due piloti professionisti Porsche correranno con la Porsche 911 RSR: Abu Dhabi Proton Racing con Patrick Long (USA) e KCMG con Wolf Henzler (Germania), nonché Gulf Racing e Proton Competition.

La Porsche 911 RSR
La Porsche 911 RSR, la 911 più veloce di tutti i tempi, ha coronato la sua stagione inaugurale 2013 con una doppia vittoria a Le Mans. La vettura da corsa si basa sulla settima generazione dell’icona sportiva 911 di Porsche Motorsport a Weissach e, oltre a Le Mans, ha vinto anche le classiche gare di durata americane a Daytona, Sebring e Petit Le Mans. La vittoriosa vettura, caratterizzata da un design leggero senza compromessi, ha subito alcune modifiche per il 2016, in particolare nell’aerodinamica. L’alettone posteriore è stato spostato ulteriormente indietro e il diffusore posteriore è molto più grande. Inoltre, la RSR 911 presenta uno spoilerino anteriore modificato e ampie minigonne laterali.

Il programma
La 24 Ore di Le Mans prenderà il via sabato 18 Giugno alle ore 15.00 CEST. Le prove libere si svolge-ranno il mercoledì dalle 16.00 alle 20.00, seguite dalla prima sessione di qualificazioni dalle 22.00 a mezzanotte. Altre due sessioni di qualificazioni seguiranno giovedì 16 Giugno dalle 19.00 alle 21.00 e dalle 22.00 a mezzanotte. Il warm-up è previsto sabato dalle 09.00 alle 10.00.

Diretta TV
Eurosport 1 ed Eurosport 2 trasmetteranno l’intera gara in diretta. Anche le prove libere e le tre sessioni di qualificazioni saranno trasmesse in diretta. Inoltre, durante tutta la settimana di gara, la rivista “24 Minutes of Le Mans”, fornirà le ultime notizie e interviste dalla pista. La programmazione TV dettagliata di Eurosport per Le Mans è disponibile su www.eurosport.com.

Commenti prima della gara
Dr. Frank-Steffen Walliser, Direttore di Porsche Motorsport: “Porsche e Le Mans hanno scritto insieme molti decenni di storia delle corse automobilistiche. Questa tradizione comporta però anche degli obblighi: come costruttore di maggior successo nella storia di questa prestigiosa, classica gara di durata, anche quest’anno torniamo con un grande schieramento. Corriamo con ben sette 911 RSR contro concorrenti molto forti nelle classi GT, tradizionalmente molto competitive. La competizione nella classe GTE-Pro, in particolare, raramente è stata così accesa: cinque famosi costruttori e 14 vetture condotte dai migliori piloti, cose che succedono solo a Le Mans.”
Marco Ujhasi, Responsabile progetto GT Works: “La preparazione per Le Mans è sempre stata intensa. Abbiamo utilizzato bene il tempo a disposizione per trovare il migliore assetto possibile per la nostra 911 RSR in modo da prepararla al meglio per le particolari esigenze di questa gara straordinaria. L’obiettivo principale a Le Mans è quello di guidare il più a lungo possibile, al livello più alto ed evitare qualsiasi incidente, in modo da mantenere intatta la vettura per l’attacco decisivo nella volata finale. Abbiamo creato solide basi ed ora lotteremo per la vittoria.”

I piloti della 911 RSR #91
Patrick Pilet: “Le Mans, naturalmente, per me è la gara più attesa. Dopotutto, sono francese. Vincere questa gara è uno dei più grandi obiettivi della mia carriera. I 250.000 fan che vengono a Le Mans ogni anno creano un’atmosfera fantastica. La pista è eccezionale, molto veloce e molto impegnativa. Per noi piloti, Le Mans rappresenta una settimana lunga e faticosa, densa di impegni e appuntamenti. Non è sempre facile concentrarsi sull’essenziale con tutte queste distrazioni. Ecco perché non vediamo l’ora che inizi la gara.”
Nick Tandy: “Anche se si arriva a Le Mans col titolo di campione in carica, si ha un solo obiettivo: vincere. È la più grande gara della stagione, il momento culminante in assoluto. Quest’anno non puntiamo alla vittoria assoluta, ma possiamo vincere nella nostra classe. Questo è il mio obiettivo. Non ci sono molti piloti, forse addirittura nessuno, ad avere vinto due classi diverse in successione a Le Mans.”
Kévin Estre: “È molto speciale essere un pilota francese a Le Mans. Sei al centro dell’attenzione, le aspettative sono elevate e, ovviamente, non vuoi deludere nessuno. Suppongo che sia lo stesso per un giocatore di tennis britannico a Wimbledon. Sono molto eccitato per la mia prima gara a Le Mans come pilota professionista Porsche.”

I piloti della 911 RSR #92
Earl Bamber: “Dopo la mia vittoria dello scorso anno con la 919 Hybrid, Le Mans, ovviamente, è una gara molto speciale per me. Dopotutto, qui ho ottenuto il più grande successo della mia carriera fino ad ora. Non vedo l’ora di tornare a Le Mans quest’anno con la 911 RSR e spero che forniremo una buona prestazione. Non sarà facile. La griglia nella classe GTE-Pro è sicuramente una delle più forti che abbiamo visto negli ultimi anni.”
Jörg Bergmeister: “Le Mans è la gara che tutti attendono. E che tutti vogliono vincere. Io ci sono riuscito, ma è stato dodici anni fa, quindi è giunto, decisamente, il momento per un’altra vittoria. Questa gara è l’evento clou della stagione e la lunga storia con Porsche lo rende un appuntamento speciale. Il circuito delle 24 Ore, con la sua combinazione di pista e strade pubbliche, è unico, ed uno dei miei preferiti di sempre.”
Frédéric Makowiecki: “Da bambino sono venuto a Le Mans molte volte. Era affascinante assistere a questa gara e, naturalmente, ho sognato che un giorno avrei corso qui. Questo sogno si è avverato e il fascino non è mai svanito. Al contrario: Le Mans è ancora qualcosa di veramente speciale per me e non c’è niente che vorrei di più di una vittoria. Sarebbe meraviglioso se succedesse con Porsche quest’anno.”

I piloti dei team privati
Richard Lietz (911 RSR #77, Dempsey Proton Racing): “Grazie al suo fascino e alla sua tradizione, Le Mans è paragonabile alle gare classiche come la Indy500 e il Gran Premio di Monaco. Andare a Le Mans ha sempre qualcosa di magico. Amo questa gara. Se non venissi qui come pilota, probabilmente comprerei un biglietto e mi siederei con gli spettatori sulle tribune.”
Michael Christensen (911 RSR #77, Dempsey Proton Racing): “Questa gara ha sempre avuto un significato speciale per me. Quando ho gareggiato qui per la prima volta si è avverato un sogno d’infanzia. Ogni pilota vuole vincere Le Mans. Anch’io, naturalmente. Sarà senza dubbio difficile, ma faremo del nostro meglio per essere più vicini possibile alla bandiera.”
Wolf Henzler (911 RSR #78, KCMG): “Le Mans è senza eguali. Nessun’altra gara ha un’atmosfera simile. Ho vinto questa corsa classica nel 2010 con Richard Lietz, uno dei miei compagni di squadra all’epoca. È stata un’esperienza indimenticabile. Quest’anno siamo ben preparati. Alle corse WEC di Silverstone e Spa abbiamo imparato molto a livello di squadra. Ora, spero che riusciremo a sfruttare tutte quelle conoscenze nel miglior modo possibile e celebrare un successo a Le Mans.”
Patrick Long (911 RSR #88, Abu Dhabi Proton Racing): “Sono salito sul podio a Le Mans l’anno scorso. E voglio risalirci anche quest’anno. Ho molta familiarità con il circuito e le sue stranezze, dopo tutto ho corso qui 13 volte. Ma è ancora una delle sfide più difficili che un pilota possa immaginare. So-no molto fiducioso. La nostra classe è molto competitiva, ma abbiamo buone possibilità.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: